Follow by Email

domenica 10 giugno 2012

LA FAVOLA DELL'IMMAGINE N°3

PROVO' AD ALZARSI E SOLLEVANDOSI LENTAMENTE SI GUARDO' INTORNO:
I COLORI ERANO VIVIDI, IL CANTO DEI GABBIANI ERA COME UNA CANTILENA.
TUTTO INTORNO A SE' SABBIA ,SOLE  E MARE ; MARE, SOLE  E SABBIA.
LUMINOSO SI MISE A CAMMINARE E LE SUE IMPRESSIONI ERANO MOLTO FORTI:
SENTIVA DENTRO DI SE' IL CUORE CHE BATTEVA PER LA PRIMA VOLTA!
SENTIVA IL VENTO SULLA SUA PELLE ,E I SUOI CAPELLI SCIOLTI MORBIDAMENTE CIRCONDAVANO IL SUO VISO.
SI ALLONTANO' DA QUELLA SPIAGGIA SEGRETA  SENZA GIRARSI PER GUARDARE DIETRO DI SE', MA MENTALMENTE OGNI PASSO ERA COME  MEMORIZZATO NEL SUO PENSIERO PERCHE' ,PRIMA O POI, SAREBBE RITORNATO IN QUESTO LUOGO PER POTER RITORNARE A CASA.
INTANTO QUESTA  TRASFORMAZIONE GLI DIEDE LA POSSIBILITA' DI SENTIRE COME GLI UMANI PERCEPISCONO LE LORO EMOZIONI E DI SENTIRE IL CUORE CHE ,COME PER MAGIA, BATTEVA NEL SUO PETTO.
MENTRE SI ALLONTANAVA DALLA SPIAGGIA SI AVVIO' VERSO UN SENTIERO DI PIETRE BIANCHE  CHE TORTUOSAMENTE LO PORTARONO VERSO UNA STRADA.
LI' IL SOLE ERA BOLLENTE , SENTIVA IL SUDORE RIGARGLI LA FRONTE.
UN SELCIATO NERISSIMO E LUNGO COME UN SERPENTE SI MUOVEVA LUNGO DUE DIREZIONI, SI FERMO' UN ATTIMO...POI SCELSE LA SUA VIA. 
SPESSO PASSAVANO , LUNGO LA STRADA, DELLE AUTO A GRANDE VELOCITA' , POI A TRATTI IL SILENZIO ...E IL CANTO DEI GABBIANI ORMAI  SEMPRE PIU' LONTANO.
ARRIVO' A SERA INOLTRATA.
ERA UNA CITTADINA AFFOLLATA E PIENA DI VITA.
NEGOZI E LUCI COLORATI, VETRINE E SPECCHI DI OGNI FORMA E COLORE ATTIRARONO L'ATTENZIONE DI LUMINOSO,CHE SI GUARDAVA INTORNO.
FERMO SUL MARCIAPIEDE LE PERSONE GLI PASSAVANO ACCANTO TUTTI INTENTI NEI LORO PENSIERI.
UN GRUPPO DI RAGAZZI SI MISE A GIOCARE CON GLI SKATEBOARD RIDENDO FORTEMENTE.
PIU' IN LA', DIETRO UN ANGOLO,VICINO AD UNA PIAZZA  UNA MUSICA RAP FACEVA MUOVERE UN GRUPPETTO DI RAGAZZI IN SINTONIA.
UN CANE ABBANDONATO LO ODORO'. E LO GUARDO'. 
LUMINOSO CERCAVA DI VEDERE I VISI E GLI OCCHI DELLE PERSONE , MA NON RIUSCIVA A VEDERE DENTRO IL LORO CUORE...
"CHE GENERE DI PENSIERI AVRANNO?, SONO FELICI?COSA STANNO CERCANDO TUTTI COSI' DI FRETTA?" QUESTO SI CHIEDEVA LUMINOSO ,DENTRO DI SE',SENZA PERO' TROVARE RISPOSTA.
PENSAVA FOSSE IMPORTANTE PERCEPIRE TALI SENSAZIONI PER CAPIRE DA DOVE E COME E PERCHE' NASCE UNA PREGHIERA.
FINE TERZA PARTE