Follow by Email

sabato 8 giugno 2013

Bhagavad Gita

Dal settimo discorso:
il divino Signore  dice 
7 non c'è nessuna cosa piu' alta di Me.Tutte le cose sono legate a Me come gruppi di gemme su un filo.
8 Io sono il sapore nell'acqua, Io sono la luce nella luna e nel sole; Io sono la sillaba OM in tutti i Veda; il suono nell'etere  e la virilita' negli uomini
9 Io sono la dolce fragranza nella terra e lo splendore nel fuoco, la vita in tutti gli esseri; Io sono l'austerità negli asceti
10 conoscimi come l'eterno seme di tutti gli esseri, Io sono l'intelligenza dell'intelligente; lo splendore degli oggetti lucenti Io sono
11 dei forti , Io sono la forza libera dal desiderio e dall'attaccamento, ed in tutti gli esseri, Io sono il desiderio che non si oppone alla legge
..........
25 Io non sono manifesto a tutti come Io sono, essendo velato da yoga maya.Questo mondo deluso non conosce Me , l'immortale e non nato
26 Io conosco gli esseri del passato, del presente e del fututo, ma nessuno conosce Me
.........
29 Coloro che si sforzano per la liberazione dalla vecchiaia e dalla morte, prendendo rifugio in Me, realizzano completamente quel Brahman, l'intera conoscenza del Sè e di tutte le azioni.

Il divino Sè permea tutta la creazione da Egli manifestata. Anche un piccolo granello di polvere è il divino manifestato nella forma  di polvere. Se loè il granello di polvere...allora tutta la natura è divina, compreso  Il divino è come una collana di gemme, come una unica grande forza che sostiene tutte le forme , i nomi , ma lui non ha nè forma nè nome. Eppure da Lui tutte le cose nascono e a Lui fanno ritorno. I nomi e le forme velano l'essenza divina  e per questo non è facile per l'uomo comune contattarLo, ma coloro che ardentemente desiderano la liberazione da vecchiaia e morte e prendono rifugio nel divino, Lo realizzano .