Follow by Email

sabato 31 dicembre 2011

LA SINTESI DELLO YOGA III PAG240

SRI  AURIBONDO
"MA L'INFINITO ANCHE NELLA MENTE NORMALE INFRANGE I SUOI PROPRI VELI OLTRE LE LINEE DI DISCESA E DI ASCESA E Dà SPESSO CENNI DELLA SUA PRESENZA IN UNA MANIERA O NELL'ALTRA. MENTRE SIAMO ANCORA NELLA MENTE INTUITIVA, LE REALTà SUPERIORI SI APRONO E CI PERVENGONO A TEMPI IRREGOLARI, FINO AD AGIRE SEMPRE PIù FREQUENTEMENTE E REGOLARMENTE IN NOI QUANTO PIù AVANZIAMO.  QUESTE ANTICIPAZIONI DIVENGONO POI SEMPRE PIù AMPIE E FREQUENTI   AL MOMENTO IN CUI ENTRIAMO AL LIVELLO SOPRAMENTALE. LA COSCIENZA UNIVERSALE INFINITA PUò SEMPRE OCCUPARE E CIRCONDARE LA MENTE, E QUANDO FA CIò CON UNA CERTA CONTINUITà, FREQUENZA O PERSISTENZA LA MENTE PUò TRASFORMARE PIù FACILMENTE SE STESSA IN MENTE INTUITIVA ED ENTRARE NEL RITMO SOPRAMENTALE. QUANTO PIù SALIAMO ENTRIAMO SEMPRE PIù INTIMAMENTE E INTEGRALMENTE NELLA INFINITA COSCIENZA CHE DIVIENE SEMPRE PIù PIENAMENTE CONSUSTANZIALE A NOI E ALLA NOSTRA NATURA. ED ANCHE PER QUANTO CONCERNE IL LATO BASSO DELL'ESISTENZA CHE PUò SEMBRARE NON SOLTANTO AL DI SOTTO DI NOI, MA COMPLETAMENTE ALIENO A NOI, ANCHE QUANDO VIVIAMO NEL LIVELLO SOPRAMENTALE O ANCHE QUANDO L'INTERA NATURA NE HA PRESO COMPLETAMENTE LA FORMA, NON C'è BISOGNO CHE CIò CI TAGLI FUORI DALLA CONOSCENZA E DAL CONTATTO CON GLI ALTRI CHE VIVONO NELLA NATURA ORDINARIA. CHI STA PIù IN  BASSO O è PIù LIMITATO PUò AVERE UNA CERTA DIFFICOLTà A COMPRENDERE E A SENTIRE CIò CHE STA PIù IN ALTO, MA CHI STA PIù IN ALTO ED è MENO LIMITATO PUò SEMPRE , SE VUOLE, COMPRENDERE E IDENTIFICARE SE STESSO CON LA BASSA NATURA. LO STESSO SUPREMO  ISHWARA NON è SEPARATO DA NOI, CONOSCE, INSIDE IN TUTTO, IDENTIFICA SE STESSO CON TUTTO CIò CHE ESISTE E TUTTAVIA NON è SOGGIOGATO DALLE REAZIONI O LIMITATO NELLA SUA CONOSCENZA, POTENZA E ANANDA DALLE LIMITAZIONI DELLA MENTE E DELLA VITA E DELL'ESISTENZA FISICA DELL'UNIVERSO."  
UN MODO MERAVIGLIOSO DI AUGURARE BUON ANNO  E UNA RINNOVATA ESISTENZA -DI-  E -DA- UN CONTENUTO IMBEVUTO DI PIENA CONSAPEVOLEZZA COSMICA DENTRO E FUORI DI SE STESSI.