Follow by Email

venerdì 13 gennaio 2012

LA PAROLA

LA PAROLA E' MEDIATICA
PIU' DI QUANTO IO POSSA IMMAGINARE

CON UNA PAROLA TRASFERISCO
UNA IMMAGINE
ESSA PENETRA
SILENZIOSAMENTE
NELLA MIA COSCIENZA
-IL MIO SE'-  E
QUELL'IMMAGINE DIVENTA
DIALOGO
QUEL DIALOGO
DIVENTA  FORZA TRAINANTE
DEL SE' COLLETTIVO

LA PAROLA
COSI' IINFLUENZA
LA COSCIENZA COLLETTIVA
E A SECONDA DELL'IMMAGINE EVOCATA
TRASMETTE
AMORE, ODIO
CORAGGIO,PAURA
SPERANZA, TERRORE
VITTORIA, PERDITA
E CON LA PERDITA IL SENSO DI SCONFITTA
E DI MORTE
QUEST'ULTIMA  LEGATA INDISSOLUBILMENTE
ALLA CULTURA DI TUTTI GLI ESSERI.

IO SO CHE LA MORTE E LA PERDITA
SONO STATE CREATE
SOLO PER "EDUCARE" LA COSCIENZA COLLETTIVA
AD ESSERE PERDENTE
AD ESSERE SCONFITTA


TI SUSSURA NELL'ORECCHIO
" CONTRO DI ME  NON CE LA PUOI FARE"

 E QUESTO SI PERPETUA
DI GENERAZIONE IN GENERAZIONE

MA ADESSO
- DENTRO DI ME -
ASCOLTO  LA VOCE DEL MIO SE'

"NOI SIAMO DEI"

SIAMO VENUTI AL MONDO
E ABBIAMO UNA META DA RAGGIUNGERE

LA FELICITA'

MI HANNO FATTO CREDERE CHE E'
UNA ASSURDITA'
MA...

L'IMPOSSIBILE

E' UNA ASSURDITA'
IL BELLO E' PARTE INTEGRANTE
DELLA MIA PERSONA.

SONO COME IL FIUME CHE SCORRE
FORSE LUI SI ARRENDE
SE INCONTRA UN SASSO?
NO!
CONTINUA A FLUIRE
OLTREPASSANDO ILSASSO
O LA MONTAGNA
O QUALUNQUE ALTRO OSTACOLO,

NIENTE MI PUO' FERMARE
NEL RAGGIUNGERE LA MIA META

LA FELICITA',

BELLISSIMA PAROLA.
BELLISSIMA IMMAGINE
TRASMETTE CALORE
CREATIVITA'
FORZA
GENIO
CORAGGIO
DETERMINAZIONE
DISCRIMINAZIONE
AMORE
COMPASSIONE.....