Follow by Email

mercoledì 18 aprile 2012

DIO - L' ASPETTATIVA DELL'ESSERE UMANO

CIASCUNO DI NOI NUTRE  UNA CERTA "ASPETTATIVA" NEI CONFRONTI DEI PROPRI SIMILI E NEI CONFRONTI DI CIO' CHE LO CIRCONDA.
QUESTA  E' UNA CARATTERISTICA PREGNANTE DI OGNI ESSERE UMANO; INFATTI IL CAVALLO , IL CANE , IL PESCE, L'ALBERO. I FIORI ....NASCONO  CRESCONO, GERMOGLIANO, SI RIPRODUCONO SENZA ASPETTARSI NIENTE.
IL FILO D'ERBA E' LI', SVOLGE IL SUO COMPITO IN SENO ALLA NATURA E AL SUO EQUILIBRIO-ARMONIA E POI MUORE.NESSUNO GLI FA UN FUNERALE...NESSUNO LO RIMPIANGE...EPPURE ...RINASCE...RIFACENDO IL SUO CICLO VITALE.
UN SEME SI SVILUPPA SOLO SE LE "CONDIZIONI" PER  LA SUA VITA SONO ESATTAMENTE QUELLE CHE SERVONO PER ESSO, ALTRIMENTI MARCISCE...NESSUNO SE NE ACCORGE.
SE GERMOGLIA E DIVENTA UN ALBERO E FA MERAVIGLIOSI FRUTTI....L'ALBERO NON CHIEDE RINGRAZIAMENTI PER CIO' CHE HA FATTO...E QUANDO VERRA' IL SUO TEMPO E' PRONTO A LASCIARE IL POSTO DA LUI OCCUPATO NELLA NATURA.
QUANDO NASCE UN CUCCIOLO DI ESSERE UMANO QUESTI HA IL BISOGNO E LA NECESSITA' DI ESSERE ACCUDITO, ACCOLTO, AMATO DALLA PROPRIA MADRE.HA BISOGNO DI UNA CASA, HA BISOGNO DI UN PADRE E DELLA SUA PROTEZIONE.
SENZA L'APPORTO DI TUTTO QUESTO, UN NEONATO ABBANDONATO A SE' MUORE POICHE' NON RIESCE A PROVVEDERE A SE STESSO CON LE SUE  STESSE FORZE.
E QUAND'ANCHE VIENE ACCOLTO IN UN ORFANOTROFIO SVILUPPA UNA SERIE DI MANCANZE FISICHE E PSICHICHE CHE LO RENDONO FRAGILE E IL SUO PERCORSO E' DAVVERO DIFFICILE. ALCUNI STUDI HANNO EVIDENZIATO COME QUESTI ESSERI INIZIANO A PARLARE MOLTO TARDI, SONO MENO SVILUPPATI, POSSONO ESSERE CONSIDERATI DEI BAMBINI "DIFFICILI" DA CRESCERE RISPETTO A QUELLI CHE HANNO AVUTO QUESTA ACCOGLIENZA INIZIALE.
NASCIAMO TUTTI CON L'AVERE DELLE ASPETTATIVE, COMPORTAMENTO NON CONSONO ALLA NATURA; INFATTI ANCHE SE I CUCCIOLI ANIMALI HANNO BISOGNO ANCHE LORO DELLA MADRE, ALLA FINE DELLO SVEZZAMENTO NEMMENO LA RICONOSCONO...NON SVILUPPANO RAPPORTI PARENTALI...E IL FIGLIO E' O POTREBBE ESSERE COLUI CHE  LE E' NEMICO.
DA DOVE NASCE E PERCHE' QUESTA NECESSITA' DI AVERE ASPETTATIVE?
SE VEDO UNA PERSONA CHE SOFFRE E ME NE DISPIACCIO E DESIDERO CHE STIA BENE, IO FACCIO DI TUTTO PER DARLE CIO' CHE HA BISOGNO PER RENDERLA FELICE. RAGGIUNTO LO SCOPO IO NON MI DOVREI ASPETTARE PIU' NULLA DALL'ALTRO CHE HO RESO FELICE.....E INVECE MI "ASPETTO" DI ESSERE RINGRAZIATA PER IL BENE CHE HO FATTO,MI ASPETTO UN FRUTTO...QUALCOSA...
SIMILMENTE IN UNA RELAZIONE DI QUALSIASI TIPO MI ASPETTO QUALCOSA DALL'ALTRO...CHE MI AMI , CHE MI ACCETTI INCONDIZIONATAMENTE,CHE MI DIA CIO' DI CUI HO BISOGNO, E QUANDO SONO STATO SODDISFATTO ...CHIEDO ANCORA .
COSI' ANCHE L'ALTRO CHE MI HA IN QUALCHE MODO  SODDISFATTO MI CHIEDE -A SUA VOLTA- DI SODDISFARE CIO' CHE GLI MANCA....E IL GIOCO CONTINUA IN UNA CATENA ESPONENZIALE INFINITA PERCHE':- CHI- MAI POTRA' SODDISFARE CHI E CHE COSA?
L'ASPETTATIVA NELL'ESSERE UMANO NASCE DUNQUE DA UN BISOGNO , DA UNA NECESSITA', DA UNA MANCANZA?, UNA MANCANZA CHE NON SI RIESCE A COLMARE COMPLETAMENTE E PERCHE'?
NUTRIAMO SEMPRE ASPETTATIVE ANCHE NEI CONFRONTI DEL FUTURO PERCHE' VEDIAMO IL PRESENTE IMPERFETTO, MANCANTE CIOE' DI QUELLA PERFEZIONE CHE POTREBBE DARCI UNA FELICITA' INFINITA SODDISFACENDO OGNI NOSTRO BISOGNO
E' COME SE AVESSIMO SEMPRE IL BISOGNO MANIFESTO DI UNA MADRE CHE CI ACCOGLIE SEMPRE, CI NUTRE, CI PROTEGGE E CI DA' CIO' DI CUI NOI ABBIAMO BISOGNO.
E QUESTA MADRE  CHI PUO' RAPPRESENTARE  SE NON  E' ALTRO CHE  IL DIVINO CHE ANDIAMO CERCANDO, QUESTO -QUALCOSA- CHE RENDE PERFETTO IL PRESENTE , IL PASSATO ,IL FUTURO.
QUESTO DIVINO.... COSI' IMPLICITO NELLA NATURA , MA NON ESSA CONSAPEVOLE DELLA SUA PRESENZA...,QUESTO DIVINO .....CHE GLI ESSERI UMANI I QUALI HANNO SVILUPPATO  - LA NEO CORTECCIA- CAPACE DI COMPRENDERE IL DIVINO CHE  CERCANO, MA NON SONO IN GRADO DI "VEDERLO" E NEANCHE O DI "VIVERLO" E DI "ESSERLO".     
ECCO IL FONDAMENTO DELLE ASPETTATIVE DELL'ESSERE UMANO, PERCHE' L'ASSOLUTO, IL BENEAMATO. IL DIVINO E' COLUI CHE SODDISFA OGNI NOSTRA RICHIESTA, E' COLUI CHE PUO' COLMARE TUTTO IL VUOTO CHE C'E' IN OGNI ANIMA.
E' LA PERFEZIONE CHE COLMA OGNI NOSTRA IMPERFEZIONE.
E' LA NOSTRA ASPETTATIVA  CHE NON PUO' CHE ESSERE  REALIZZATA DAL DIVINO IN PERSONA...IL DIVINO CHE E' DENTRO DI NOI!