Follow by Email

sabato 2 marzo 2013

BHAGAVAD GITA

iv discorso 16,17,18 LO YOGA DELLA SAGGEZZA
16
cos'è azione?cos'è inazione?riguardo a questo anche i saggi sono confusi.Quindi ti insegnero' una tale azione(cioè la natura dell'azione e dell'inazione9, e conoscendo quella tu sarai liberato dal male (del samsara, il mondo delle nascite e delle morti).
17
perchè, in verità, la vera natura dell'azione (imposta dalle scritture) dovrebbe essere conosciuta, e anche (quella) vietata(o proibita) azione e inazione; difficile da comprendere è la natura (il sentiero) dell'azione.
18
colui che vede l'inazione nell'azione e l'azione nell'inazione, è un saggio tra gli uomini; egli è uno yogi e un esecutore di tutte le azioni.
 
COMMENTO
comunemente parlando azione significa movimento del corpo, movimento delle mani e dei piedi,  e inazione significa sedere in riposo.E' l'idea d'azione, l'idea di -io sono l'agente che vincola l'uomo alla mondanità.Se questa idea svanisce, l'azione è totalmente non-azione.Essa non vincola l'individuo al mondo materiale. Se rimani come spettatore o in silente testimone delle attività della Natura, sapendo che la Natura fa ogni cosa e che tu sei il non-agente, se identifichi te stesso con il Sè senza azioni, allora, non importa quale azione o quanto di essa è fatto , questo è totalmente non.azione. Questo è inazione nell'azione.Attraverso una tale pratica e sentimento, l'azione perde la sua natura vincolante.
 
Sono le azioni della mente che sono le vere azioni.....